logo IMA-01

Open Day Secondaria 1° grado

Prenotazione obbligatoria

Compila il form a fianco per prenotare l’open day di
sabato 14 gennaio ore 14.30

FAQ

Rapporti scuola - famiglia

Certamente, la scuola è aperta perché c’è una Comunità di suore sempre presenti. Il prescuola è gratuito; il doposcuola è proposto dopo il servizio mensa e un momento di gioco e va dalle 14.30 alle 17.00 con docente che segue un gruppo di ragazzi.

La scuola propone il servizio di una psicologa che segue prettamente la stesura dei PDP per i ragazzi con disturbi di apprendimento, oltre ad un laboratorio DSA il martedì pomeriggio per insegnare strategie di lavoro.

Nella nostra attrezzata cucina due cuochi cucinano il cibo che viene direttamente portato in mensa e numerosi sono i ragazzi che hanno bisogni alimentari particolari che il cuoco segue personalmente. I bambini hanno accedono al self service della mensa in modo da poter scegliere le quantità che gradiscono.

I docenti lavorano con serietà affinché i ragazzi acquisiscano un metodo di studio sempre più efficace e personale ed è un obiettivo che entro la fine della terza devono raggiungere. Sono proposte ai ragazzi ore mirate a tale scopo e un pomeriggio alla settimana per i ragazzi che presentano qualche fatica nell’apprendimento.

Ci sono due giornate nell’anno che definiamo di orientamento nelle quali offriamo agli alunni esperienze, spazi di riflessione e di confronto con adulti significativi che si preoccupano anche dell’aspetto psicologico nel rispetto dell’età.

Vengono inoltre offerti percorsi di affettività, si cura la prevenzione al bullismo e al cyberbullismo, e, fiore all’occhiello della nostra scuola, lo sportello psico-educativo della nostra psicologa che è sempre a disposizione dei ragazzi e dei genitori per aiutarli ad affrontare le tappe di crescita a volte faticoso. Tutto è condiviso con i genitori in un dialogo aperto e collaborante.

L’IMA crede molto nella dimensione orientativa della scuola in modo da permettere al ragazzo la scoperta di nuovi interessi e portare alla luce le sue potenzialità; diventa fondamentale per questo offrire varie e diversificate esperienze sia in ambito sportivo, musicale, scientifico e creativo: Im(A)out, Multisport, corso di astronomia e di latino, composizione musicale digitale, lezioni con strumenti vari e percorso di utilizzo responsabile del social mondo molto abitato dai ragazzi.

Curiamo la comunicazione della lingua inglese con la presenza della madre lingua, ma anche la seconda lingua comunitaria è oggetto di attenzione infatti per tutte le classi saranno attivate cinque ore di inglese più due di seconda lingua in tutte le sezioni.

I percorsi didattici del nuovo anno 2023 – 2024, saranno sviluppati attraverso attività creative e progetti linguistico-artistico-scientifici (Project based learning) visto che la scuola ha aule specifiche e laboratori innovativi.

Per accompagnare il percorso didattico viene utilizzata, durante le ore di lezione, una rivista in lingua inglese, cui gli alunni sono abbonati, che tratta argomenti di attualità e vicini al mondo giovanile.

Nel piano curriculare della mattina sono presenti la lingua tedesca e spagnola. Esse vengono insegnate attraverso una didattica coinvolgente, diversificando le tecniche di insegnamento e utilizzando anche materiali autentici e ludici per motivare l’apprendimento della lingua.

Non abbiamo una divisa vera e propria perché sarebbe poco gradita dai ragazzi, ma abbiamo la giovane e moderna felpa dell’IMA e la t-shirt azzurra con il sorriso e le parole che esprimono i valori in cui crediamo fermamente e che proponiamo con entusiasmo: gioia, condivisone, passione, ragione, determinazione, serenità, impegno, condivisione, carisma…

Indossiamo felpa e t-shirt nelle ore di motoria e nelle circostanze ufficiali in cui vogliamo sia evidente la nostra appartenenza all’IMA.

L’IMA dopo l’emergenza sanitaria ha affiancato alla didattica tradizionale l’utilizzo di strumenti multimediali come Google classroom in maniera integrata e complementare alla didattica tradizionale; abbiamo attivato progetti con classi miste di livello diverso o omogeneo, i docenti svolgono attività di didattica rovesciata o altre tecnologie innovative. Tutti i docenti attivano esperienze laboratoriali seguendo il principio che si impara facendo. Non abbiamo completamente stravolto la didattica perché creiamo che l’innovazione e la tradizione devono camminare insieme, ma i docenti inseriscono sempre esperienze con metodologie didattiche alternative.

Moto importante è l’orientamento dei ragazzi non solo come scelta del tipo di Scuola Superiore da intraprendere, ma soprattutto come percorso che nei tre anni permette loro di scoprire attitudini, talenti e interessi e quindi poi valutare l’indirizzo da prendere nella scuola superiore. La scuola è supportata dalla consulenza del centro specializzato COSPES; si applica un test attitudinale ai ragazzi e si offrono indicazioni anche alla famiglia nella difficile scelta degli studi successivi del proprio figlio.

Don Bosco credeva, e noi con lui, che se ai ragazzi si offrono motivazioni chiare circa le regole da rispettare, è più facile che esse siano comprese.  La scuola propone ai ragazzi una scelta chiara riguardo all’uso del telefonino che a scuola non serve e la famiglia, se ci fossero necessità è contattata dalla coordinatrice o dalla segreteria quindi il cellulare è inutile. Crediamo anzi e proponiamo spazi di formazione dei ragazzi per guidarli all’uso corretto e responsabile dei social.

ConnessIMA è l’esperienza che un gruppo di ragazzi vive guidati da un esperto proprio in tale ottica di consapevolezza creativa dell’uso dei social.

L’aula di arte, le due di informatica e la biblioteca sono ben attrezzate e utilizzate quotidianamente dai docenti in base alle relative programmazioni. I laboratori di chimica e di fisica invece vengono prenotati per portarvi i ragazzi secondo un calendario che rispetti le esigenze anche della scuola superiore avendo noi due licei nell’Istituto.

La nostra scuola è stata pilota per le scuole salesiane della Lombardia per la stesura del protocollo COVID che potete visionare sul sito in un’apposita sezione sempre aggiornata. Il progetto “Dietro Front” ha guidato i ragazzi e i docenti ad assumere responsabilmente tutto ciò che per la prevenzione fosse corretto, in modo da garantirci la possibilità di venire a scuola in sicurezza. Abbiamo differenziato orari di entrata, quattro possibilità di accesso alla struttura, segnaletiche apposite e gestione degli spazi curata. Fortunatamente la nostra scuola ha cortili e spazi esterni ampi, oltre a sale e aule luminose e ben areate.